Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

SCUOLA PARENTALE "NO VAX" DI SESTO SAN GIOVANNI - VOGLIAMO CHIAREZZA

Comunicato stampa

Redazione
Condividi su:

Da Ufficio Stampa Sesto 5 Stelle riceviamo e pubblichiamo:

Una premessa fondamentale: l'istruzione parentale è una libera scelta ammessa dal nostro ordinamento, e non vogliamo entrare nella valutazione delle scelte dei genitori sui percorsi formativi o sui trattamenti sanitari per i propri figli.
L'istruzione parentale, nota anche come scuola familiare o home schooling, è sempre stata presente, seppur minoritaria, nel panorama italiano, e con la pandemia ha visto un rapido incremento delle adesioni. Si potrebbe pensare che ciò sia legato all'aumento delle possibilità per i genitori, grazie alla diffusione dello smart working, ma a quanto pare non è solo per questa ragione.
Abbiamo infatti appreso dagli organi di stampa una notizia che riteniamo allarmante.
A Sesto San Giovanni, in zona Rondò, esiste una realtà diversa, una "scuola parentale", con tanto di insegnanti, open day, aule, decine di studenti (dalle elementari alle superiori) e un programma formativo. E fin qui nulla di strano.

Dalle indiscrezioni giornalistiche emergerebbe però che in tale struttura non sia richiesto il rispetto di nessuna delle norme sanitarie con cui tutti noi in questi due anni abbiamo imparato a convivere. I bambini vengono ammessi a lezione anche se positivi al COVID, gli insegnanti non sono tenuti a vaccinarsi, non c'è nessun protocollo per il distanziamento o per l'utilizzo delle mascherine.
In tutto ciò, a quanto pare, l'ente comunale ad oggi è rimasto inerte, nonostante per legge spetti al Sindaco tutelare la sicurezza e la salute pubblica dei cittadini e vigilare sull'adempimento dell'obbligo di istruzione. Sicuramente questa situazione potenzialmente molto rischiosa è nota alla Giunta di Sesto San Giovanni da oltre un mese, forse due, dato che l'assessora Pizzocchera ha dichiarato l'altro giorno in un programma televisivo che uno dei motivi del ritardo nell'intervento è stato l'arrivo delle vacanze natalizie.
Abbiamo quindi depositato una interrogazione urgente per sapere da chi amministra -speriamo ancora per poco- la nostra città da quanto tempo è nota questa realtà, quanti bambini coinvolge, cosa è stato fatto sino ad ora, chi è stato avvisato e quali provvedimenti verranno presi.
Auspicando che le indiscrezioni giornalistiche si rivelino infondate, riteniamo che non ci sia tempo da perdere per tutelare i bambini coinvolti e quei genitori che, magari, erano ignari di tutto, e volevano solo affidarsi a un percorso didattico e formativo diverso da quello della scuola pubblica.


Movimento 5 Stelle Sesto San Giovanni 
 

Condividi su:

Seguici su Facebook