Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Sindaco ci scrive

Lettera alla redazione per i cittadini da Monica Chittò.

Redazione
Condividi su:

Riceviamo e pubblichiamo una lettera rivolta a Tutti i cittadini da parte del Sindaco Monica Chittò:

Care amiche, cari amici,

questa settimana voglio condividere con voi una nota sul tema della pulizia della città e del decoro urbano, un tema importante di cui conosciamo tutta la delicatezza e che stiamo affrontando con la dovuta serietà.

Da qui nasce la scelta di mettere a bando un servizio che in questi anni è stato gestito dal CORE e di cui non siamo soddisfatti.

Proprio per questo non rinnoveremo l’affidamento al Consorzio e tra novembre e dicembre pubblicheremo i bandi per due differenti gare d'appalto che si concluderanno entro la prossima estate.

Abbiamo deciso di fare due gare distinguendo la pulizia dei giardini dal resto del servizio.

Unire pulizia e manutenzione dei giardini ci sembra una soluzione che dia più attenzione agli spazi verdi della città, spazi che sempre più vengono vissuti da tutti i cittadini e soprattutto dai più piccoli, per questo li vogliamo sempre più curati e accoglienti.

L’altro appalto riguarderà tutto il resto dell’attività, dallo spazzamento e raccolta, fino allo smaltimento dei rifiuti e la pulizia delle strade.

Ci saranno alcune novità come ad esempio l’utilizzo delle lance per la pulizia ad acqua che consentirà di pulire i marciapiedi con il getto d'acqua nebulizzata permettendo una maggiore efficacia nella pulizia e, laddove le strade lo consentono perché le carreggiate sono ampie, potranno essere ridotti i divieti di sosta delle auto durante il lavaggio, ed inoltre verrà effettuata la sostituzione dei cestini e una graduale sperimentazione della raccolta dell’umido per le utenze domestiche.

Oggi la raccolta dell'umido viene fatta tra le grandi utenze (mense, ristoranti...); la scelta di ampliarla è una scelta che guarda con entusiasmo al futuro e all'ambiente con il dovuto rispetto.

Così facendo aumenteremo la percentuale di raccolta differenziata che viene fatta già oggi in città, una percentuale che è del 46% e che vogliamo migliorare. Poniamoci tutti assieme un obiettivo: arrivare nei prossimi due anni ad aumentarla di almeno 5 punti.

Diverse sono le segnalazioni che ci arrivano dai cittadini che ci richiedono un servizio migliore e frequenti sono anche le prese di posizione pubbliche che pur ponendo un problema reale usano talvolta toni francamente sopra le righe.

Sesto San Giovanni non è, come chiunque può verificare, una città pattumiera o una discarica a cielo aperto: scriverlo o affermarlo è una sciocchezza, a volte dettata dall’esasperazione, a volte dal desiderio di strumentalizzare.

L’Amministrazione, con questi due bandi, vuole affrontare la questione con decisione e farà il suo dovere effettuando anche una maggiore vigilanza su chi sporca e maggiori controlli su chi esegue il servizio, ma chiede a tutti i cittadini, a partire dalle amiche e dagli amici che leggono questi fogli di diario, di essere chiari ed energici nel rivendicare il diritto a vivere in una città pulita e decorosa, ma anche attivi nel segnalare i disservizi (sui quali interveniamo quotidianamente) e attenti a fare la propria parte per tenere la città pulita.

Qualche esempio banale: cicche, cartacce e mozziconi di sigarette non vanno gettati per terra.

I proprietari dei cani devono avere la massima cura nel rimuovere le deiezioni canine.

Non è civile né accettabile che i rifiuti ingombranti vengano lasciati a casaccio in giro per la città creando mini discariche che generano degrado, la soluzione è molto semplice: basta prendere un appuntamento telefonico con il CORE che li ritira sotto casa e li porta via gratuitamente. S

e dovete ristrutturare anche solo una stanza del vostro appartamento verificate che chi vi fa i lavori non abbandoni le macerie dietro casa vostra perché se così fosse potrebbe accadere che, prima o poi, altri le abbandonino davanti alla vostra di casa.

Pensate che solo in quest'ultimo anno sono stati effettuati fino ad oggi 1680 interventi straordinari, e tutto ciò ha un costo economico, oltre a rendere meno efficiente l'organizzazione del servizio dato che gli operatori ecologici devono rincorrere le segnalazioni e lavorare sempre in emergenza distogliendo così tempo e risorse alla gestione quotidiana del servizio.

Un'ultima cosa, non è accettabile che i sacchi della spazzatura vengano esposti sulla pubblica via fin dal pomeriggio, con le immaginabili conseguenze, coinvolgeremo per questo tutti gli amministratori di condominio e ci organizzeremo per multare i condomini inadempienti.

Sono tutti impegni che aiutano la Città ad essere più pulita e creano un maggior senso civico: l’impegno sulla pulizia e il decoro urbano lo considero una priorità del mio mandato, l’aiuto dei cittadini attivi è fondamentale, anche la protesta, non le strumentalizzazioni che non aiutano nessuno.

A presto,

Monica Chittò

Condividi su:

Seguici su Facebook