Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

EDDA: IERI SERA IL "GRAZIOSA UTOPIA TOUR" AL CARROPONTE

L'EX VOCE DEI RITMO TRIBALE IN UN TURBINE DI ROCK, INTIMITÀ, IRONIA E POTENZA

Condividi su:

Serata tra le più intense dell'attuale stagione del Carroponte quella trascorsa ieri sera in compagnia di Alessandro Grazian e Stefano Edda Rampoldi. In apertura un ispirato Alessandro Grazian regala intimità e belle canzoni in una mezzora ricca di emozioni ripercorrendo alcune tra le tappe più importanti della sua carriera ("Indossai" e "Armi" per citarne solo alcune) e proiettandosi verso il futuro proponendo canzoni che apsettano solo di essere registrate per poi poter essere di dominio pubblico...

Poco dopo le 22.30 sul palco sale Edda (insieme a una band di musicisti eccellenti: Fabio Capalbo - batteria / Francesco Capasso - chitarra / Luca Bossi - basso e tastiere) che ha proposto le canzoni del disco "Graziosa Utopia" (e non solo). Si è tratta di un concerto dal forte impatto sonoro, visivo ed emozionale. Brani come "Picchiami", "Arrivederci Roma", "Benedicimi" e "La liberazione" sprigionano una potenza ed un'energia che il pubblico coglie e sostiene cantando in coro e applaudendo. La voce di Edda è piena, complessa, graffiante, tagliente, aspra, acida, ammaliante, urticante, travolgente...in una parola: spettacolare.

La teatralità del cantautore milanese inonda i brani del repertorio: "Milano" eseguita chitarra elettrica e voce con testo modificato è stata accolta da un'ovazione da parte del pubblico. "L'innamorato", "Zigulì", "Signora" hanno un'atmosfera magica e rapiscono gli occhi e le orecchie del pubblico. "Pater" è una vera e propria bomba sonica. Edda poi accontenta la richiesta da parte del pubblico del brano "Stellina" nella felicità collettiva. 

Edda è uno di quegli artisti che se non ci fosse bisognerebbe inventarlo. Per citare uno dei tanti commenti che uno dei suoi tanti fans ha pubblica sulla pagina Facebook dell'artista:"Edda scalfisce il cuore e te ne regala uno nuovo, generoso e tenero, e noi lo amiamo".

Condividi su:

Seguici su Facebook