Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

A pochi passi dalla Casa delle Associazioni

Approvato il Regolamento della casa delle Associazioni e del Volontariato

Condividi su:

Il Consiglio comunale di Sesto San Giovanni ha approvato all’unanimità il regolamento della casa delle Associazioni e del Volontariato che aprirà nella ex sede del quartiere 1 di piazza Oldrini. Si tratta del frutto di un lungo lavoro svolto nella Commissione consigliare competente, nell’Assemblea delle associazioni e nel suo comitato esecutivo che, nell’arco di diversi incontri pubblici, hanno apportato idee ed interessanti intuizioni su cui lavorare. Intanto gli uffici comunali hanno analizzato il funzionamento di analoghi progetti già esistenti a Milano e Monza in modo da approdare ad un testo snello in gradi di rendere la struttura operativa sin da subito.

L’Assessora all’associazionismo Rita Innocenti ha espresso tutta la sua soddisfazione in merito al progetto dichiarando che “la Casa delle associazioni sarà un importante punto di riferimento per tutta la città, per le associazioni, che qui troveranno uno spazio per iniziative e attività ispirate alla solidarietà e alla cooperazione, e per chi opera nel volontariato. La Casa delle Associazioni sarà quindi un luogo di incontro, scambio e opportunità per le associazioni e i cittadini”.

Un bando assegnerà gli spazi per tre anni; è prevista un'alternanza per fasce orarie (mattina, pomeriggio e sera), sarà gratuito (è prevista solo una piccola quota di partecipazione alle spese di gestione e un deposito cauzionale) e sarà possibile usare il salone gratuitamente per un massimo di 10 giorni l’anno per ciascuna associazione iscritta all’albo comunale e per le riunioni dell’Assemblea delle Associazioni.

Il Sindaco di Sesto San Giovanni, Monica Chittò, ha commentato l’approvazione del regolamento della Casa delle Associazioni come  "uno degli ultimi passaggi prima dell’apertura di questa importante struttura, che consentirà al ricco mondo dell’associazionismo sestese di avere un luogo nel quale discutere, confrontarsi, gestire le proprie attività a favore di tutta la città". 
 

Condividi su:

Seguici su Facebook