Il “made in Allianz Geas” va di gran moda in A1 e A2

News in casa Allianz Geas

| di redazione
| Categoria: Sport
STAMPA

Al termine della stagione dell’Allianz Geas, uscita in gara 3 dei quarti di finale playoff contro la Virtus Bologna, una grande consolazione numerica arriva dal numero di prodotti del vivaio sestese, uno dei migliori d’Italia, nelle fasi finali del campionato, di coppe internazionali ma non solo. Come era già accaduto per l’ultima edizione di coppa Italia, in tutte le squadre semifinaliste è presente un prodotto del settore giovanile Geas: Martina Kacerik a Ragusa, Martina Crippa a Schio (in finale, dopo aver battuto 2-0 le siciliane), Elisa Penna a Venezia (già finalista, passata 2-0 contro la Virtus) e Beatrice Barberis a Bologna. E la presenza di prodotti rossoneri continua in Europa, con ancora Penna arrivata in finale di EuroCup e la geassina doc Cecilia Zandalasini in final four di Eurolega.

Ma la lista, che la dice lunga sul valore e sulla qualità del settore giovanile sestese, si allunga ulteriormente se si contano tutte le atlete cresciute nel vivaio rossonero attive tra la serie A1 e la A2, come Arianna Beretta a Sanga, Benedetta Bonomi e Giulia De Cristofaro a Brescia, Anna Capra a Broni, Valentina Grassia a Carugate. Il comune denominatore è solo e sempre uno, l’Allianz Geas.

redazione

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK