Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

La Regione Lombardia contro la ludopatia, fondi anche per Sesto

Molti i comuni che hanno avuto finanziamenti per progetti anti-ludopatia

Condividi su:

I numeri relativi alla ludopatia (il gioco d'azzardo patologico) sono drammatici e preoccupano molto per la diffusione del fenomeno. Le istituzioni provano a correre ai ripari per combattere questo problema.
Per fare qualche esempio: nel 2014 i cosiddetti "malati di gioco d'azzardo patologico" assistiti dalle Asl lombarde erano poco più di 2000; nel 2015 il numero è quasi raddoppiato. 

La Regione ha pensato di arginare il problema stanziando tre milioni di euro per promuovere 68 progetti contro la ludopatia, coinvolgendo oltre 700 Comuni, 258 associazioni del terzo settore, 319 tra scuole, parrocchie, centri anziani, 45 associazioni professionali, 15 associazioni per la tutela dei consumatori. Sono previsti anche dei corsi di formazione (con rilascio di certificati) organizzati in collaborazione con gli esercenti. Questi sono alcuni dei dati comunicati da Viviana Beccalossi, assessore regionale al Territorio, Urbanistica e Difesa del suolo, che ha ribadito l'impegno per contrastare con tutti i mezzi possibili questo male.

Dati confortanti che lasciano ben sperare arrivano dal Libro Blu dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli che attesta nel 2014 un calo di quasi 8000 slot machine sull'anno precedente, segnalando una diminuzione di oltre 11% a fronte di un dato nazionale dell'8%. Sempre dai dati ufficiali calano sia gli esercizi commerciali dotati di slot sia le Vlt (Video Lottery Terminal) che permettono giocate per centinaia di euro.

I Comuni che hanno ricevuti i finanziamenti per i progetti contro la ludopatia sono Milano con 199.900 euro (4 progetti) / Carugate, 50.000 euro / Castano Primo, 49.200 euro / Cerro Maggiore, 50.000 euro / Cologno Monzese, 35.587 euro / Corsico, 50.000 euro / Lacchiarella, 50.000 euro / Novate Milanese, 50.000 euro / Rescaldina, 50.000 euro / Rosate, 49.700 euro / Sesto San Giovanni, 50.000 euro e Vimodrone, 50.000 euro.
 

Condividi su:

Seguici su Facebook