“14’ DENTRO LA MIA TESTA” è l’EP d’esordio di ELETTRA

attitude for music

| di antonio giovanditti
STAMPA

ELETTRA ha pubblicato “14’ DENTRO LA MIA TESTA”, l’EP d’esordio.
 
Come ci si sente nei panni di una giovane donna di oggi? Ce lo spiega Elettra, cantautrice romana e blueswoman per vocazione. Riflessioni, imprecazioni, piccoli momenti di rabbia e frammenti di gioia. Essere una donna vuol dire prendere contatto con i propri sogni e le proprie frustrazioni, con sincerità e la giusta dose di onestà, ma soprattutto trovare un proprio modo per comunicare la propria essenza.

Nei sui brani c’è del pop, del rock e ovviamente del blues. C’è la voglia di scappare fuori dalla provincia per poi tornarci, c’è l’amore per la scrittura e il cantautorato, la voglia di scoprire ed essere scoperta.

Arrivata recentemente in finalissima al Calabria Fest, organizzato da Rai Radio Tutta Italiana, Elettra ha affrontato molti palchi come frontwoman (e non solo) prima di dare il via alla sua carriera da solista. Ha studiato canto e perfezionato la sua scrittura con diversi maestri. “14’ dentro la mia testa” è il suo primo disco, anticipato dai singoli “Maledetto” e “Ti auguro una cagna”.


ELETTRA PARLA DI “14’ DENTRO LA MIA TESTA”
Ho imparato poche cose nella vita, una di queste è sicuramente partire dalla conoscenza e dalla scoperta di se stessi, prima ancora di poter raggiungere l’anima delle persone che ci circondano. Questo è il concept dell’intero EP. Un viaggio musicale di 14 minuti dentro la mia testa, attraverso 4 brani che, ognuno con il proprio mood, scavano nel passato, nelle emozioni, nei ricordi, nelle speranze e nelle delusioni, in tutto quello che mi ha resa ciò che sono. In ogni parola ed in ogni silenzio.

antonio giovanditti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK