"LUOGHI LATITANTI" è il nuovo disco di FABIO BALZANO

Attitude for music

| di antonio giovanditti
STAMPA

Si intitola "LUOGHI LATITANTI" il nuovo album di inediti del cantautore FABIO BALZANO con dieci brani intensi e pieni di passione che ci trasportano in diversi mondi culturali attraverso atmosfere eleganti e ricercate.

Cinque anni dopo “...per 10 minestre”, torna il cantautore Fabio Balzano e lo fa con un disco (il terzo di inediti) che contiene ben 10 brani intensi e pieni di passione. E' in uscita LUOGHI LATITANTI il terzo progetto discografico del cantautore fiorentino Fabio Balzano registrato e autoprodotto con il Boomker Sound Firenze.

Balzano, in questo ultimo lavoro, mescola brani dalle diverse atmosfere, dando all'album un sapore raffinato ma al tempo stesso crea nell'ascoltatore, un effetto che potremmo definire spiazzante. Non ci si aspetta di passare dalla sonorità di un Tango raffinato a quella Jazz o del Gipsy fino ad arrivare a più caldi ritmi del Latin, con spunti anche classici.

Luoghi latitanti “ha la capacità di trasportare chi lo ascolta attraverso mondi e atmosfere culturali differenti e i ricchi arrangiamenti avvolgono i testi in modo caldo e coinvolgente. Un lavoro che dona grande intensità ai brani, dove, nonostante la ricchezza musicale, l'attenzione alla dinamica lascia sempre spazio al suono delle parole valorizzandone i contenuti e lasciando al contempo luogo a momenti di sole parti strumentali. Diversi sound caratterizzati dalle timbriche del violino elettrico di Gabriele Savarese, dal piano di Massimiliano Calderai, autore inoltre degli arrangiamenti di 3 dei brani del progetto “Ombre” che è anche il singolo già uscito “Mi Confondo facilmente” e “Luoghi latitanti”, brano che da' il titolo all'album, batteria e percussioni sono suonate da Marchino Pereira e al contrabasso troviamo Marco Lorini.

Collabora all'album anche il chitarrista e scrittore Michele Mingrone nei brani “La Filosofia di un Manifesto” e “Dell'amore che si dice”, brano dedicato a Rosa Balestrieri di cui Balzano è pronipote e autore di un progetto musicale a lei interamente dedicato, “Rabbia Rosa” pubblicato nel 2018. La mano di Mingrone dona all' album sonorità decisamente rock contribuendo a dare al disco una ulteriore ecletticità. I testi sono puri tentativi di portare alla luce i diversi mondi che abitano interiormente ognuno di noi, che scorrono e si insinuano in più aspetti della nostra anima facendo emergere dei luoghi interiori che si presentano come oscuri e mancanti, appunto dei Luoghi latitanti.

antonio giovanditti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK