ESTATE GRATUITA IN PINACOTECA

Dreaming of art

| di Chiara Nicolini
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

La Pinacoteca di Brera ha cominciato ad accogliere i visitatori dopo tre mesi di chiusura forzata a causa dell’emergenza da Coronavirus. Collocata nell’omonimo palazzo costruito nel 600, la galleria ospita con oltre 24.000 metri quadri di superficie, grandi capolavori dell’arte di diverse scuole e dal 9 giugno, il percorso espositivo è di nuovo aperto a tutti.

Oltre all’emozione di poter camminare ancora, all’interno di uno dei luoghi più significativi della città di Milano e non solo, si aggiunge la notizia degli ingressi gratuiti, almeno fino al prossimo autunno, ma con prenotazione obbligatoria. Quale migliore occasione per ammirare capolavori di arte antica e moderna? Possiamo citare Caravaggio, Piero della Francesca, Raffaello, Hayez, solo per citarne alcuni. Le visite dureranno solo un’ora e mezza, ma sarà possibile interagire in modo più approfondito con i capolavori d’arte esposti nell’edificio. Le sale più piccole, quelle dove il distanziamento non può essere garantito, restano chiuse, ad ogni modo, le opere al loro interno potranno essere ammirate dalle transenne.

La scelta di rendere l’ingresso gratuito è stata spiegata dall’attuale direttore James Bradburne che ha voluto in questo modo, ringraziare la città e i cittadini per tutto quello che hanno fatto e che continuano a fare per Milano e per l’arte. Le visite vanno prenotate su brerabooking.org; é obbligatorio presentare il codice della prenotazione all’ingresso.

Chiara Nicolini

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK