Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

CALDO? PERCHE' ACCONTENTARSI DI UN GHIACCIOLO? FATE UN GIRO NEI FIORDI NORVEGESI!

Per chi è stanco del caldo e per chi vuole rimpiersi gli occhi di meraviglia

Condividi su:

I fiordi sono come canali d'acqua che penetrano dalla costa fra le montagne. Dove finisce la pianura, le montagne si tuffano a picco nell'oceano per centinaia di metri, formando i famosi fiordi norvegesi. Sicuramente il modo migliore per scoprirli è partecipare a una crociera. Molte compagnie di navigazione offrono mini crociere di mezza giornata o di un giorno intero e le principali navi da crociera internazionali fanno scalo in molti porti lungo i fiordi. Anche il trekking in montagna e le escursioni guidate sui ghiacciai sono attività molto popolari. Ogni fiordo ha le sue caratteristiche, quindi se cercate tra le proposte delle varie compagnie...secondo me questi sono i luoghi da non perdere che potranno aiutarvi nella scelta!
Innanzitutto  Lysefiord , nella regione di Ryfilke, nella parte sud della Norvegia dei Fiordi. Qui le attività a disposizione del viaggiatore sono davvero varie: a parte la crociera lungo il fiordo, ci sono percorsi di trekking ed escursioni, gite in bicicletta e in canoa, nonchè il canottaggio e il kiting. Da Lysefiord sono facilmente visitabili  il Preikestolen (sporgenza di roccia a 600 metri s.l.m. ) e il Kjerag (cima maestosa di 1.100 metri  dove a a 984 metri d'altezza si trova il Kjeragbolten, un grande masso rotondo incuneato e sospeso tra due pareti di roccia).
Un’altra spettacolare meta della Norvegia dei Fiordi è poi sicuramente Per raggiungerla bisogna percorrere un sentiero di una ventina di chilometri che si arrampica per circa 800 metri in altezza.
Altro percorso interessante parte da Skjeggedal: dopo aver visto la vecchia diga di Ringendal e gli jettegryter (buche nella pietra usate nei tempi antichi per cucinare), vicino a Bergen  (considerata la Porta dei Fiordi Norvegesi, meritano una visita il Mercato del pesce al molo anseatico di Bryggen e la funicolare Fløibanen) raggiungerete il fiordo di Trolltunga, una lingua di roccia arroccata tra le montagne di Hardanger. Che ha di particolare? Due parchi nazionali, moltissime cascate, il ghiacciaio di Folgefonna. Vi basta?
Immaginando di proseguire e di voler trovare un paesaggio selvaggio e spettacolare, è imperdibile Nærøyfjord, e magari qui fare un'escursione in kayak per ammirare le vette innevate.
Tra i fiordi ce ne è anche uno che per la sua bellezza è stato inserito nell'elenco dei Patrimoni dell'Umanità UNESCO: si tratta di Geirangerfjord, spettacolare per le sue cascate che scendono verticali lungo i fianchi delle montagne fino a tuffarsi nell'acqua del fiordo, formando arcobaleni di luce solare e nebbia di vapore acqueo.
Divertentissima secondo me è la rotta del Postale dei Fiordi, che dal 1914 collega Bergen a Kirkenes:  i 34 scali che separano queste due città sono serviti,  giorno e notte, estate e inverno, da 11 navi, ognuna delle quali effettua il viaggio di andata e ritorno in 12 giorni.
Ma....quali specialità sono tipiche della regione dei Fiordi e vanno assolutamente assaggiate? A parte ovviamente il pesce in gran quantità (stoccafisso, salmone e baccalà), le vere tipicità sono il fenalår (coscia di montone) e il pinnekjøtt (costolette di vitello salate), il geitost (formaggio di capra a pasta marrone) e poi ovviamente...un ghiacciolo, quello è gratis!

Condividi su:

Seguici su Facebook