Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Fare foto o fotografare?

Le tappe di una evoluzione.

Condividi su:

Bentornati cari lettori e lettrici ad un nuovo appuntamento con la rubrica Photo.

Oggi parliamo dellle fotocamere digitali e degli smartphone che danno ormai a tutti la possibilità di fare fotografie, sempre e dovunque, scattando come ci piace e fotografando ciò che capita a tiro.

La maggior parte delle persone si ferma a questo livello, e non possiamo nemmeno definirli fotografi dilettanti o fotoamatori perchè le immagini che producono hanno solo il significato di un passatempo.

Fortunatamente alcuni, poco soddisfatti dei risultati che ottengono, cercano di capire come migliorarli, e studiando un po’ si impadroniscono di nozioni come tempo di esposizione, apertura di diaframma, profondità di campo, messa a fuoco, illuminazione del soggetto, inquadratura…etc etc.,

Riuscendo ad ottenere foto con pochi errori; e siccome chi guarda i loro scatti esclama “che bella foto”, “come sei bravo”, “che bei colori”, continuano su questa strada riempiendo così “album di famiglia” di immagini spesso tecnicamente corrette, bei ricordi da riguardare (forse) ogni tanto, ma niente di più.

Hanno insomma imparato a “fare delle foto”, e si accontentano.

E’ da questo stadio, di “consapevolezza tecnica”, che bisogna partire per imparare a “fotografare”.

Cominciamo a rispondere a queste domande: Perché fotografo?

Quali caratteristiche deve avere una foto per potere essere definita una “bella foto”?

Quando fotografo e cosa voglio esprimere quando fotografo?

Cosa mi piace fotografare, a quale genere di fotografia mi voglio dedicare?

Dove vado a cercare i miei soggetti?

Come intendo fotografare i soggetti/oggetti prescelti?

Quale risultato finale voglio raggiungere?

Quale messaggio voglio trasmettere con le mie foto?

Oh mamma mia!

E allora bisogna per sempre rinunciare a “fare foto” a una festa di compleanno o a una gita fuori porta?

Ma no di certo; anche un bravo cuoco ogni tanto si troverà a cucinare una pastina in brodo o un uovo fritto, ma saranno fatti a regola d’arte e si vedrà comunque la mano dell’esperto!

Nei prossimi articoli cercheremo di dare una risposta a queste domande, cercheremo insomma, ora che sappiamo “fare foto”, di imparare a “fotografare”.

Condividi su:

Seguici su Facebook