Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato? Accedi

Password dimenticata? Recuperala

LA PROROGA DELLE DICHIARAZIONI DEI REDDITI

LA PROROGA DEL TERMINE PER IL MODELLO 730

Condividi su:

Recentemente il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 24 maggio 2016 ha reso nota la proroga del termine dal 7 luglio al 22 luglio 2016, riguardante il CAF o i professionisti abilitati, per la consegna al contribuente del modello 730 e del modello 730-3 (prospetto di liquidazione).

I lavoratori dipendenti e i pensionati possono presentare la propria dichiarazione tramite il modello 730. Si ricorda che è possibile essere assistiti alla presentazione del modello da parte:

  • del CAF;

  • di un professionista abilitato;

  • del proprio datore di lavoro o Ente pensionistico.

Il termine originario per la presentazione del modello 730 era il 7 luglio; entro il quale era necessario presentare anche:

  • al datore di lavoro, al CAF o al professionista abilitato il modello 730 e il modello 730-1 relativo alla destinazione dell'8‰, 5‰ e 2‰;

  • l'invio telematico all'Agenzia delle Entrate da parte del CAF, datore di lavoro o professionista abilitato, del modello 730;

  • l'invio telematico all'Agenzia delle Entrate da parte del CAF, datore di lavoro o professionista abilitato, del modello 730-1.


CHI USUFRUISCE DELLA PROROGA?

In sostanza la proroga vale nei confronti:

  • del CAF e dei professionisti abilitati, all'assistenza fiscale per il modello 730, a condizione che abbiano già trasmesso almeno l'80% dei 730; prolungando così la consegna al contribuente della copia della dichiarazione.

  • dei contribuenti stessi che si occupano personalmente di inviare il modello 730. Si ricorda che dal 2015 viene inviato al contribuente un modello 730 precompilato, scaricabile.

Come previsto per la presentazione del modello 730, anche per la presentazione del modello 730 integrativo è previsto una proroga dei termini fino al 25 ottobre 2016.  Il modello integrativo è quel modello che viene ripresentato nel caso in cui siano presenti degli errori nella dichiarazione precedente; errori che non incidano sulla determinazione del debito o credito.

Inoltre la proroga del termine concessa potrebbe causare un ritardo nell’erogazione dei rimborsi, per quei contribuenti che dopo la presentazione della dichiarazione risulteranno a credito.


LA PROROGA DEL TERMINE PER IL MOD. UNICO

Il 14 giugno 2016 è stata pubblicata la proroga del termine per il versamento delle imposte risultanti dal modello UNICO 2016 e dal modello IRAP 2016.

Tale proroga, dal 16 /06/2016 al 6/07/2016, riguarda i soggetti che esercitano attività sulle quali sono stati elaborati gli studi di settore. Di conseguenza è stato pure prorogato il termine per quei versamenti eseguiti con una maggiorazione causata dagli interessi (0,40%), dal 7/07/2016 al 22/06/2016.

La proroga prende in considerazione i versamenti delle imposte che hanno scadenza il 16 giugno 2016, quindi anche:

  • le addizionali IRPEF;

  • il saldo IVA;

  • i contributi previdenziali;

  • imposta sostitutiva relativa ai regimi dei minimi o forfetari.

Per qualsiasi maggior chiarimento relativamente alla proroga è possibile contattare direttamente lo  Studio Allievi – Dottori Commercialisti 

Condividi su:

Seguici su Facebook