Carmen Consoli: "Volevo fare la rockstar", il nuovo album della cantantessa

Attitude for music

| di antonio giovanditti
STAMPA

"Volevo fare la rockstar": Carmen Consoli è tornata!
Il 24 settembre vedrà la luce il nuovo album di inediti “Volevo fare la rockstar”. Un assaggio del suo atteso ritorno c'è stato sul palco dell'Arena di Verona, dove, insieme a tantissimi amici e colleghi, ha festeggiato i suoi 25 anni di carriera con un evento eccezionale in cui, in una scaletta che ha ripercorso un tragitto unico di successi, è stato svelato anche il testo del brano che dà il titolo al nuovo album.

In copertina quella Carmen bambina che sognava di "fare la rockstar, il tavolo della cucina era un palco perfetto, volevo fare la musica è scuotere su e giù la testa, imbracciando una chitarra vera".

Dalla Sicilia alle ovazioni di New York, con quella definizione del New York Times che la descrive perfettamente, "Magnifica combinazione tra una rocker e un'intellettuale…una voce piena di dolore, compassione e forza", Carmen Consoli è un unicum nel panorama musicale italiano.

“Volevo fare la rockstar”, arriva a distanza di sei anni da "L'abitudine di Tornare" e tre da "Eco di Sirene” (album live con i successi riarrangiati per chitarra, violino e violoncello).

Un disco narrativo e fortemente attuale, con uno sguardo critico ma anche romantico sulla società e sull'uomo, di racconto e cronaca, e quelle musiche, marchio di fabbrica di Carmen, rivestite di arrangiamenti che esulano dal contesto puramente pop e rock, sfociando anche nella miglior canzone d’autore.

Intanto, in attesa dell’uscita dell’album, il 3 settembre verrà pubblicato il primo nuovo inedito "Una domenica al mare".

Carmen Consoli ha una carriera costellata di primati: è stata la prima artista italiana a calcare il palco dello Stadio Olimpico di Roma, l’unica italiana a partecipare in Etiopia alle celebrazioni dell’anniversario della scomparsa di Bob Marley, si è esibita come headliner a Central Park, ha segnato 3 sold out di fila a New York, ha fondato una sua etichetta, ha portato nelle sue canzoni anche l’arabo e il francese, è stata la prima donna nella lunga storia del prestigioso Club Tenco a vincere la Targa Tenco come Miglior Album dell’anno con “Elettra”, è stata nominata Goodwill Ambassador dell'Unicef, ha vinto il premio Amnesty Italia per “Mio zio”, è stata la prima donna a ricoprire il ruolo di Maestro Concertatore nel grande evento live “La Notte della Taranta”.

antonio giovanditti

Contatti

redazione@sestodailynews.net
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK