Partecipa a Sesto Daily News

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Al Cinema: Barbara Tabita, "la bella siciliana ne: Italiano Medio!

Augusta, la mia città: La amo ma è dilaniata!

Condividi su:

Chi è Barbara Tabita?

Nasce ad Augusta, il 13 febbraio 1975,  è un'attrice italiana di teatro, cinema e televisione. Nata ad Augusta (SR) nel 1975, ha studiato recitazione frequentando la Scuola del Teatro Stabile di Catania. Inoltre ha perfezionato lo studio, partecipando a diversi laboratori e stages. Dopo aver debuttato in teatro, dove vanta un ricco curriculum, nel 2002 esordisce sul grande schermo con il film Come se fosse amore, regia di Roberto Burchielli, a cui fanno seguito, tra l'altro: Sara May, regia di Marianna Sciveres, dove è coprotagonista nel ruolo di Dora, Ti amo in tutte le lingue del mondo, regia di Leonardo Pieraccioni, in cui ha il ruolo dell'ex moglie dello stesso Pieraccioni, Il 7 e l'8, in cui è tra i protagonisti nel ruolo della fidanzata di Picone, e Io & Marilyn, in cui è nuovamente la moglie di Pieraccioni. Fa parte del cast del film "La mafia uccide solo d'estate" 2013. Tra i suoi lavori televisivi, ricordiamo: Il commissario Montalbano - Il gioco delle tre carte, regia di Alberto Sironi, la serie tv La nuova squadra e la soap opera Agrodolce, quest'ultimi due in onda su Rai 3. Nel 2010 appare su Canale 5 come protagonista femminile della serie tv I Cesaroni 4, nel ruolo di Olga. Nello stesso anno interpreta in Natale in Sudafrica di Neri Parenti il ruolo di Susanna, moglie di Carlo (Christian De Sica). Nel 2014 partecipa alla serie televisiva Fuoriclasse. Nel 2015 è una dei protagonisti della pellicola Italo, il film, tratto da una storia vera, narra di un cane straordinario che ottenne la cittadinanza onoraria di Scicli, il paese siciliano in cui viveva.[1] Partecipa nel 2015 interpretando la moglie Sharon di Giulio Verme nel film "Italiano Medio" di Maccio Capatonda.

L'Intervista a Barbara!

Cosa è per te "fare l'attrice"?

Per me è l’evoluzione naturale di una passione adolescenziale per le arti: da piccola dipingevo , studiavo canto, ballavo ed ero una curiosa lettrice tutto unito ad una predisposizione genetica credo perché il mio bisnonno lavorasse come attore nella compagnia di Pirandello. E' stato per me molto naturale fare questo mestiere tanto che oggi lavoro anche nel campo del marketing del cinema proprio perché mi ha sempre affascinato tutto quel mondo, al di fuori dell' aspetto medianico e di notorietà a cui non ho mai badato ed aspirato. !!!

Cosa ti spinge a continuare questa passione?

La curiosità, ogni film, spettacolo, personaggio , avventura anche dietro le quinte, offre stimoli nuovi per imparare ed io mi sono riscoperta come una gran secchiona, faccio ancora master e seguo seminari quando ho tempo, questo mestiere io lho intendo come un accrescimento non solo delle arti ma anche della mia vita. !

Il tuo primo giocattolo da bambina, qual è stato e quale pensiero ti viene in mente ricordandolo?

Ahaha il calcio balilla, si ,mio padre mi aveva comprato il calcio balilla e ci giocavo con i cuginetti, ma se devo ricordarmi un gioco a cui ero legata di sicuro è la casa di barbie fatta con le scatole delle scarpe costruita con la mia mamma, era molto giovane e giocavamo molto insieme e mi faceva costruire con lei i giocattoli, li preferivo a quelli veri.ero già piuttosto creativa.

La prima parola che dici "a voce alta" appena sveglia.

Signore grazie !

Ringrazieresti qualcuno per il successo ottenuto?

Ahaha non ho ottenuto nessun successo, lavoro… faccio la gavetta da 20 anni, nn cerco il successo , cerco di lavorare con continuità ma non dipende solo da me, troppe sono le variabili che incontro ogni giorno, vorrei non dover lottare più, quello sarebbe un bel successo!

Cosa non rifaresti "mai" se potessi tornare indietro?

 L'attrice ahaha scherzo, ma non troppo… !

Mamma e papà, quanto hanno influito sulle tue scelte da adulta?

In nessun modo, non erano felici che facessimo gli attori, sia io che mio fratello siamo attori, quindi i miei genitori hanno “perso “2 figli con una sola passione; ma nn ci hanno mai impedito di farlo, avrebbero preferito sicuramente altro, ma hanno rispettato il nostro volere!

La tua città d'origine qual è e cosa ricordi di lei?

La mia citta di origine è una meravigliosa isoletta anzi penisola visto che è collegata da due ponti ,Augusta;

negli anni è totalmente cambiata, ho avuto la fortuna di vivere in provincia ,di vivere tra la gente in strada, in cntatto sempre con le persone senza fare mai le differenze, questo accade nei piccoli centri dove tutti si conoscono e sei libera di frequentare tutti, sempre sotto l’occhio vigile del paese, amo la dimensione popolare, ed amo anche il mio paesello, oggi DILANIATO!!!!

Facciamo parte del triangolo del petrolchimico, Augusta , Priolo, Melilli, il grado di mortalità per tumori è altissimo e di casi di malformazione infantile è esagerato; quantità di mercurio sono state scaricate nel nostro amato mare e per anni è finito sulle nostre tavole , se ci penso provo dolore, solo un parroco da tempo sta facendo una battaglia per tutti questi morti silenziosi che ogni giorno crescono nella sua lista a fine funzione, don Palmiro Prisutto !

Un pensiero a…

Tutti coloro che lottano per un sogno!

Il tuo ultimo progetto?

2 progetti (avendo 2 lavori uno come attrice ed uno come management cinetv, come attrice ho finito di girare il film di Salvo Cuccia, “Lo scambio”, tratto da una storia vera,dove per la prima volta interpreto un ruolo drammatico, una donna con problemi mentali causati da un susseguirsi di aborti.

Come Tata Brand la mia agenzia , sto brevettando invece un software che rivoluziona il mondo del marketing per l’audiovisivo, ma non siamo nella silicon valley e trovare i fondi e gente che crede nelle iniziative di una donna ancora in Italia... non è così facile!

Ringraziamo Barbara e le diamo appuntamento sempre qui su Stelle di Giorno, per un'altra intervista, un'altra emozione!

Condividi su:

Seguici su Facebook